Home / CHI SIAMO

CHI SIAMO

L’ Associazione Culturale “Il Ponte della Bionda” è nata come naturale conseguenza lavori di restauro operati sul ponte stesso, lavori caldeggiati da Fausto Carpani e realizzati con il contributo determinante della Fondazione del Monte. Fondata nel gennaio del 2005, riunisce un gruppo di persone che hanno preso a cuore le sorti di quella parte del canale Navile prossima al ponte.

Le attività dell’Associazione sono molteplici (SCARICA LO STATUTO COMPLETO) e comprendono, tra le altre :

– il taglio dell’erba lungo la restara (il sentiero che costeggia il canale), onde agevolare il passaggio delle persone;

– la sorveglianza al fine di impedire che il canale torni ad essere una comoda discarica abusiva;

– il controllo costante degli scarichi fognari collegati alle industrie presenti in loco, in passato responsabili di immissioni inquinanti.

Anni fa l’Associazione ha preso in carico un’area privata prossima al ponte, per anni ridotta a discarica a cielo aperto… (foto1)

 

Foto 1

… l’ha ripulita… (foto 2)

 

Foto 2

 

…trasformandola in un’arena-spettacoli estivi (foto 3), facendone un punto di riferimento per migliaia di cittadini. Per la sesta stagione consecutiva, fra giugno e luglio 2010, circa 15.000 persone hanno assistito agli spettacoli organizzati dall’Associazione nell’Arena del Navile: commedie in dialetto e in lingua, cabaret, concerti, spettacoli multimediali, conferenze, ecc.

 

 

Foto 3

 

In queste serate non manca mai anche una parte dedicata alla tradizione enogastronomica di casa nostra: in un apposito stand le instancabili signore del Ponte della Bionda confezionano migliaia di crescentine particolarmente gradite al pubblico estivo. (foto 4)

 

Foto 4

 

Il luogo è propizio anche per altri eventi (visite guidate lungo il Navile, giochi per scolaresche, cacce al tesoro in bici) che coinvolgono i cittadini di Corticella ma non solo. (foto 5 – 6 – 7)

 

 

Foto 5

Foto 6

Foto 7

 

A far da corollario a queste attività rivolte alla cittadinanza, in seno alla Associazione è nata anche la Compagnia del Ponte della Bionda (foto 8), una formazione teatrale amatoriale che scrive, produce e porta in giro commedie che hanno un riferimento alla realtà, raccogliendo lusinghieri successi nei teatri della provincia e anche fuori regione.

 

Foto 8

 

Esiste anche una “sezione musical – dialettale” formata da Fausto Carpani, Ruggero Passarini, Luigi Lepri (Gigén Lîvra), Marco Marcheselli (Marco Visita), Sisén (Enzo Ventura) e Antonio Stragapede. (foto 9)

 

Foto 9

 

Ma l’attività principale rimane quella per cui l’associazione è nata: difendere e mantenere vivo l’ambiente del canale, vigilando sul suo corso extra urbano e provvedendo alla rimozione di “corpi estranei” che cittadini ineducati abbandonano nel Navile. (foto 10).

 

Foto 10

L’attività dell’Associazione Culturale IL PONTE DELLA BIONDA è l’ennesima dimostrazione di quali miracoli possano fare la buona volontà dei cittadini e l’amore per il canale Navile, un quasi millenario capolavoro di ingegneria idraulica che, nel momento in cui non fu più giudicato utile, venne abbandonato all’incuria di alcune persone che, ancora oggi, divenute proprietarie delle sue sponde, lo ritengono una specie di feudo personale su cui agire a proprio esclusivo uso.  La nostra opera vuole anche rivendicare il diritto di tutti i cittadini di vedere salvaguardati e protetti questi luoghi, indissolubilmente legati alla nostra cultura e alla nostra storia.

Fausto Carpani

presidente della Associazione Culturale

IL PONTE DELLA BIONDA

Leave a Reply