L'associazione

Il presidente Fausto Carpani

Nato nel 1946 a Budrio, a 6 anni già scorrazzava a Bologna in mezzo ai Prati di Caprara; si esprime in dialetto perchè sostiene che “in italiano lo fanno quasi tutti“, e a tutt’oggi ha scritto un’ottantina di canzoni anzi, cante come le definisce lui, toccando temi che vanno dall’amore (sempre trascurato nelle canzoni bolognesi), all’ironia, al ricordo, evitando la risata facile e un po’ grassa, prerogativa di una petronianità gradita solo fuori regione.

Una dozzina di canzoni sono scritte in un italiano epico-aulico con cui racconta luoghi, avvenimenti e personaggi del medioevo bolognese, in una sorta di affabulazione da lui scritta, dal titolo “Quando i portici erano di legno“, in cui si avvale del supporto visivo di Giorgio Serra (Matitaccia) che, attualizzando i cartelloni illustrati dei vecchi cantastorie, commenta interattivamente le cante di Carpani con disegni originali creati ad hoc.

Innamorato da sempre di Bologna, della sua gente e della sua storia, nel 2001 per celebrare il 150° anniversario della nascita di Carlo Musi (1851-1920) ha curato insieme a Luigi Lepri e sotto l’egida della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, un libro e un cd sulla figura e l’opera del primo cantautore bolognese.

Nel 2002 ha vinto il primo premio al Concorso Nazionale Cantastorie “Giovanna Daffini” di Motteggiana (Mn).

Dal 2002 è il “direttore irresponsabile“, redattore ed editore del Pånt dla Biånnda (il Ponte della Bionda), foglio mensile scritto completamente in dialetto bolognese.

Nel 2004 ottiene il restauro dell’antico Ponte Nuovo (detto Ponte della Bionda) sul Navile, ad opera della fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Nel 2005 ha fondato, con alcuni amici, l’Associazione “Ponte della Bionda” A.P.S. (di cui attualmente è Presidente) ricavando con essi, da una discarica abusiva presente, uno spazio per spettacoli estivi che si rinnovano ogni anno.

Nel 2007 il Comune di Bologna gli ha assegnato il “Nettuno d’Oro”, la massima Onoreficenza civica che il Comune conferisce a chi onora, con la propria attività professionale e pubblica, la città.

Nel 2009 a Budrio, suo paese natìo, gli viene conferito il premio “Città di Budrio”,  ricnoscimento per  conservare e tramandare la memoria storica delle città.

L'associazione

Consiglio Direttivo in carica

Presidente

Fausto Carpani

Vice Presidente

AURELIO MARANGONI

Consiglieri

SERGIO BETTOCCHI

DANIELA MASETTI VERLICCHI

CLAUDIO NEGRINI

MORENA PEDRINI

STEFANO VALLI

Vuoi sostenerci?

Per sostenere il nostro impegno, la nostra Associazione e per aiutarci nella realizzazione dei progetti, puoi:

Designare gratuitamente il tuo 5 per mille indicando sulla dichiarazione dei redditi il nostro Codice Fiscale: 02517581209

Devolvere la cifra che desideri al nostro IBAN: IT8X0707202408000000715111

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

L’Associazione Culturale “Il Ponte della Bionda” userà le informazioni fornite solo per inviarti la Newsletter contenente il “Giornalino del Ponte” e le informazioni relative alle nostre iniziative ed attività.

Ricorda che puoi cambiare idea e richiedere di essere cancellato in ogni momento cliccando la voce “Unsubscribe” o “Cancellami” che trovi in calce ad ogni newsletter, oppure scrivendo a fausto@pontedellabionda.org

I tuoi dati saranno in ogni caso trattati con il dovuto rispetto della privacy e non saranno comunicati a terzi.

Privacy Policy